Il Grande Sponsor della Lotta al Contante (Indovinate chi ci guadagna?)

di , pubblicato il 26 dicembre 2012, alle ore 11:10

Domanda facile, il passaggio alla moneta elettronica ha un solo grande vincitore: le banche.

Non credo possano esserci dubbi sulla questione, ciò che è meno noto è quanto sia la ricchezza che ci verrebbe espropriata se la libera circolazione e l’utilizzo del contante venisse vietata per legge o ulteriormente compressa.

Prendiamo alcuni dati di partenza:

1) 100€ 

… trasformati in impulsi digitali.

2) Le commissioni “normali” che ciascun negoziante paga al sistema bancario per l’utilizzo di un POS, la macchinetta che legge i bancomat e le carte di credito. Prendiamo ad esempio il Banco Posta (il negoziante poi ve le ribalterà sul prezzo del bene acquistato, non esistono pasti gratis.):

facciamo una media di 0,8% per transazione.

Cosa succede ai nostri 100€ dopo 100 transazioni?

N. Passaggi ad un POS Cosa Rimane di 100€ Commissione

Bancaria %

Commissione

Bancaria in Valore Assoluto

Note
 start 100€ 0,8% 0,8€ Si parte con i nostri 100€
1 99,2€ 0,8% 0,794€ al primo passaggio diventano 99,2€.  80c sono andati  alla banca
2 98,406€ 0,8% 0,787€ al secondo  passaggio diventano 98,406€.  78,7c vanno alla banca
…. ….. …. ….. etc etc
100 44,79€ 0,8% 0,358€ Al 100esimo passaggio i 100€ sono diventati 44,79, le banche si sono prese 55,21€ sui 100€ iniziali

Bene signore e signori, eccovi calati nel magico mondo della lotta al contante per distruggere l’evasione fiscale e le mafie.

Dopo solo 100 passaggi ad un POS le banche hanno requisito all’economia il 55,21% della ricchezza iniziale immessa nel sistema per transazioni attravereso i POS.

Le Mafie continueranno serenamente ad accettare contante e a depositarlo oltre confine (diciamo che la misura di lotta al contante ha anche un aspetto educativo per la mala), l’11% di evasione fiscale legata al contante continuerà ad accettare contante e a depositarlo oltre confine oppure lo spenderà nel fiorente mercato nero che, vi posso assicurare, fiorirà in ogni angolo di strada.

L’89% di evasione ed elusione fiscale, non verrà toccato anche perché il “grosso” proviene da attività proprie del sistema bancario, vi voglio ricordare che il fu ministro Passera è indagato per una faccenda di evasione fiscale miliardaria (in €) che coinvolge Banca Intesa.

La scellerata forza politica che propone l’abolizione del contante, non è stupida, è collusa con il sistema finanziario, tenetelo bene a mente.

Tenetevi liberi per il 3 di Gennaio, anzi fateVi un favore, preparate le vostre mailing list, c’è un lavoro da fare.

da www.RischioCalcolato.it

Il BLOG di Contante Libero è uno spazio "aperto" in cui tutti i blog che aderiscono all'iniziativa CONTANTE LIBERO possono esprimere liberamente la propria "peculiare" visione sul tema. CONTANTE LIBERO non è un monolito, bensì tante realtà diverse che hanno deciso di unirsi per affrontare una specifica battaglia in comune.
  • Banda56

    senti, rischiocalcolato, posto che le banche sono una manica di ladri e su questo nessuno ha dubbi, però come fai a calcolare le percentuali di commissione per 100 passaggi sempre sullo stesso valore iniziale? se passi la carta 100 volte avrai un capitale di 100€x100volte=10000 e commissioni pari a 0,8% sui 10.000 che è sempre lo 0,8%. come fai a moltiplicare solo la quota parte commissioni e attribuirla allo stesso valore iniziale? allora se passi la carta 1000 volte diventa che gli devi dei soldi tu! ma non è così!

  • sosot

    100 transazioni da 100 € cadauna determinano una commissione di 80 euro.
    Sono sempre gli stessi 100 euro che hanno fatto 100 passaggi di mano…. alla fine le banche hanno incassato 80 euro !!!